Culto domenicale:
ore 9,00 sala degli Airali
ore 10,00 Tempio dei Bellonatti
nel periodo invernale il culto avrà luogo presso la sala Beckwith

Nuovo numero di telefono del presbiterio: 0121.30.28.50

Diacono Dario Tron

Consacrato come diacono, ha svolto il suo ministero dal 1982 al 1984 come diacono a Prali, dal 1984 al 1997 come diacono e animatore giovanile per il terzo Circuito nella Val Germanasca. Dal 1997 al 2001 è stato diacono presso la chiesa di Villar Pellice e dal 2001 al 2009 presso la chiesa di Rorà. Tra il 2009 e il 2011 metà tempo a Rorà e Luserna S.G.
Dal 2011 è diacono presso la chiesa di Luserna San Giovanni.

Mail: Per contattare il diacono via mail, clicca qui

Testo della predicazione: Vangelo di Giovanni 14,23–28

«Se uno mi ama, osserverà la mia parola; e il Padre mio l’amerà, e noi verremo da lui e dimoreremo presso di lui. Chi non mi ama non osserva le mie parole; e la parola che voi udite non è mia, ma è del Padre che mi ha mandato. Vi ho detto queste cose, stando ancora con voi; ma il Consolatore, lo Spirito Santo, che il Padre manderà nel mio nome, vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto quello che vi ho detto. Vi lascio pace; vi do la mia pace. Io non vi do come il mondo dà. Il vostro cuore non sia turbato e non si sgomenti. Avete udito che vi ho detto: “Io me ne vado, e torno da voi”; se voi mi amaste, vi rallegrereste che io vada al Padre, perché il Padre è maggiore di me.»

Sermone

Il capitolo 14 del Vangelo di Giovanni, inizia con la frase pronunciata da Gesù: «il vostro cuore non sia turbato»; frase che si ripete anche al versetto 27. Cosa può significare per noi oggi questa frase? L’essere coscienti del fatto che siamo in buone mani, quelle di Dio, e che Dio non ci abbandona nelle turbolenze dell’esistenza, ma ci accompagna, ci consola, ci fortifica, ci restituisce gioia e futuro.

Questo brano mette anche in evidenza come il Dio di Gesù Cristo sia un Dio plurale, che si mostra e che si avvicina a noi in molti modi e con molti volti: Padre, Figlio, Spirito. E lo Spirito Santo è una specie di filo rosso che lega tutti questi modi di Dio di venire a noi: lo Spirito che si manifesta nel momento del battesimo di Gesù, lo Spirito che scende sui discepoli riuniti a Gerusalemme nel giorno della Pentecoste, lo Spirito che accompagna il nostro stare insieme oggi nel nome di Gesù Cristo.